Le 5 spiagge più belle d’Italia

Pubblicato il 30 Luglio 2017

Vi presentiamo la classifica delle 5 spiagge più belle d’Italia del 2017… prendete un taccuino, annotate e trascorrerete il mese d’Agosto in posti meravigliosi. Altro che  viaggi all’estero, il Belpaese vi stupirà !!!

1. Marina Grande, Campania

Positano è piena di belle spiagge ma questa è di sicuro la più amata dai vip, turisti e positanesi, sia per la sua mondanità sia per lo scenario mozzafiato caratterizzato da una miriade di casette variopinte. Marina Grande si estende per circa 300 metri sul tratto della costa a Sud ed è perfetta per bagni stile anni Sessanta e aperitivi al tramonto; inoltre sono presenti stabilimenti balneari e locali notturni. Particolare non è solo la location, ma anche la sabbia. Da qui potrete partire per un’escursione alle spiagge protette dalla Riserva Marina di Punta Campanella.

 

2. Area Marina Protetta del Plemmirio, Sicilia

« Giace della Sicania al golfo avanti un’isoletta
che a Plemmirio ondoso è posta incontro, e
dagli antichi è detta per nome Ortigia.
A quest’isola è fama, che per vie sotto il mare
il greco Alfeo vien, da Doride intatto,
infin d’Arcadia per bocca d’Aretusa a mescolarsi
con l’onde di Sicilia… »

Le spiagge della Sicilia sono state esaltate dal grande Virgilio nell’Eneide che parla di questo meraviglioso posto unico nel suo genere. L’Area Marina Protetta del Plemmirio è il paradiso dei subacquei dove è possibile tuffarsi nel blu cobalto e scoprire un mondo sottomarino unico. Qui si trovano le spiagge più belle della costa, una su tutte quella libera dello Sbocco 34, un punto strategico per fare snorkeling e diving. E’ facilmente raggiungibile in macchina fino al parcheggio gratuito, da qui poi si scende a piedi con non poca fatica ma tanta soddisfazione.

3. Cala dei Gabbiani, Sardegna

La sarda Cala dei Gabbiani si apre sulla Costa di Baunei, qui troverete un’acqua cristallina sfumata di verde e di blu, una scogliera levigata dal tempo e un lido di sassolini bianchi. Il suo nome deriva dalla presenza dei gabbiani, che all’ imbrunire vi trovano rifugio per poi lasciarla libera durante le ore di pesca diurne. Cala Gabbiani si trova in Ogliastra e si raggiunge in due modi: via mare con imbarcazioni private o con i natanti che ogni giorno partono dal Golfo di Orosei, dai porti di Cala Gonone, Arbatax e S. Maria Navarrese, oppure a piedi percorrendo un sentiero di trekking; la fatica sarà ripagata.. FIDATEVI !!!

4. Cala Cipolla, Sardegna

La spiggia di Cala Cipolla è sita a sud della Sardegna. L’acqua è cristallina con una policromia tra turchese e verde smeraldo e con un fondale basso e sabbioso con la presenza di qualche scoglio; caratteristica particolare è la sabbia dorata e finissima che è tipica della zona. Tutt’attorno vi è una fitta macchia mediterranea che fa da cornice alla piccola ma bellissima cala, creando un suggestivo contrasto di colori. Delle spiagge di Chia è forse quella maggiormente riparata dal vento. Si raggiunge con una passeggiata lungo la quale si raggiunge Capospartivento da cui si gode di una vista mozzafiato a volo d’uccello.

 

5. Spiaggia di Torre Sant’Andrea, Puglia

Il Salento non può mancare in questa speciale classifica; vi presentiamo i Faraglioni di Torre Sant’Andrea, un angolo di paradiso roccioso. Un’opera d’arte naturale, un incontro di elementi con l’acqua del mare che ha plasmato la roccia biancastra, dando vita a quelli che sembrano “guardiani” che fanno compagnia al vicino Faro. Di tutti i faraglioni, il più suggestioni e l’Arco degli Innamorarti, un luogo unico nel suo genere; Secondo la leggenda qui morirono due innamorati travolti dall’alta marea, infatti si narra che le coppie che vi nuotano attraverso resteranno innamorate per sempre.

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , ,